IL MODELLO DI UTILITA'

Ufficio Brevetti
Il brevetto per modello di utilità è un tipo di tutela non riconosciuta in tutti gli Stati in quanto molti di essi accettano solo la distinzione tra Invenzione e Modello Ornamentale. Il modello di utilità, consiste nella forma nuova di un prodotto industriale, che dia al prodotto stesso una "particolare efficacia o comodità di applicazione o di impiego". La differenza tra modello di utilità e invenzione (invenzione di prodotto) è stata affidata ad un criterio qualitativo (che vede il modello come una "piccola invenzione"). La difficoltà di tracciare una netta linea di confine tra Invenzione e modello di utilità crea all'inventore un delicato problema di qualificazione del trovato al momento della presentazione della domanda. Su di esso si sta molto discutendo ed è stato elaborato anche un Libro verde della Commissione della Comunità Europea del 19 Luglio 1995 per cercare di uniformare la disciplina. Il modello di utilità viene normalmente concesso anche in quegli Stati che prevedono un esame sostanziale per le invenzioni e pertanto è più facile da ottenere ma anche più difficile da proteggere, dura 10 anni e non è rinnovabile. Al modello di utilità si ricorre per proteggere quegli oggetti (non i procedimenti) che rappresentano una modifica di oggetti esistenti che comporta una maggiore utilità o facilità d’uso nell’oggetto stesso. Normalmente si dice che con il modello di utilità si protegge la forma di un prodotto che abbia una sua specifica funzionalità. Anche nel modello di utilità devono essere soddisfatti i requisiti di novità intrinseca ed estrinseca e industrialità tipiche delle invenzioni, ma qui il grado innovativo richiesto può essere inferiore anche se l’apporto creativo e l’utilità della soluzione deve necessariamente esserci. Spesso scegliere tra invenzione e modello di utilità non è cosa facile, e per questo la legge prevede la possibilità di effettuare quello che si chiama un "doppio deposito" (art. 4 R.D. 25.08.1940 n. 1411), ovvero un deposito contemporaneo della stessa domanda di brevetto sia come invenzione che come modello di utilità, lasciando che sia l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi a scegliere tra l’una e l’altra soluzione. Per ottenere un modello di utilità occorre preparare la documentazione necessaria e pagare le relative tasse. NORMATIVA: R.D. 25.08.1940 n. 1411.

APPROFONDIMENTIIL BREVETTO D'INVENZIONE - IL BREVETTO ORNAMENTALE

Per qualsiasi chiarimento, o per avere solo un preventivo, potete contattarci via E-Mail all'indirizzo: info@studiocelsus.com, telefonarci allo 0587 734105 - Cell. 349 7420601, oppure venirci a trovare nel nostro studio, previo appuntamento, per esporci il vostro problema. La prima consulenza è sempre gratuita. Per affidarci un incarico potete utilizzare l'apposita sezione "UFFICIO VIRTUALE" dove troverete i vari moduli, programmi, recapiti e tutto il necessario per iniziare in modo professionale le relative pratiche. Per richiedere invece una semplice consulenza compilate e spedire l'apposito MODULO ELETTRONICO. N.B. Le rappresentanze presso l'U.I.B.M. (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi), le consulenze legali, le cause di contraffazione, vengono esclusivamente seguite e curate da professionisti iscritti ai rispettivi albi professionali.